Pubblicato il

“Tutto Finto Tutto Vero” si (ri)alza il sipario

La stagione teatrale del Comune di Carpi e dell’Auditorium Montalcini di Mirandola potrà contare sul 100% della capienza di spettatori.

di Maria Silvia Cabri

 

“Tutto Finto Tutto Vero” si (ri)alza il sipario

Carlo Guaitoli

 

Sono stati tra le categorie più penalizzate dalla pandemia: sono gli artisti, specie quelli del teatro, costretti per lungo tempo a non calcare più il palcoscenico e sentire il pubblico vibrante che applaude. Ora potranno di nuovo calarsi nei panni dei loro personaggi, così come gli appassionati di teatro potranno tornare a vivere la magia di un sipario che si alza.

Dall’11 ottobre è stato stabilito che gli spazi culturali, cinema, teatri e concerti, potranno avere la capienza massima del 100% per gli spettatori, cadendo quindi l’obbligo del distanziamento sociale di un metro. Dal giorno della loro apertura, le biglietterie sono state letteralmente prese d’assalto, con file anche di un’ora in attesa del proprio turno.

“Siamo davvero molto contenti – esordisce il M° Carlo Guaitoli, direttore artistico del Teatro comunale -. Il pubblico ci sta manifestando grande affetto e stima e nulla era scontato. Le file delle persone alla biglietteria, fin dai primi giorni ne sono una testimonianza. Non possiamo che essere felici di questo: tanti hanno voglia di tornare a Teatro». Sono oltre 2000 i biglietti fino ad oggi venduti. “Avevamo predisposto le piante su una capienza del 50%: pochi giorni dopo la presentazione del programma della prima parte della stagione 2021/2022, la capienza è stata riportata al 100%. Una notizia straordinaria ma che è giunta quando ormai non c’erano più i tempi tecnici per riprogrammare la vendita di biglietti e abbonamenti. Per questo, riapriamo al 100% della capienza, ma per questa prima parte di programma non sarà possibile acquistare gli abbonamenti”… continua a leggere. 

Condividi sui Social