Pubblicato il

Ospedali: piano da rivedere.

Il consiglio comunale di Mirandola ha approvato all’unanimità una petizione per chiedere la revisione del PAL.

Ospedali: piano da rivedere.

 

Tutti d’accordo: rivedere il PAL (Piano Attuativo Sanitario Locale) e ridefinire la missione degli ospedali della provincia di Modena. E’ stato votato all’unanimità dal consiglio comunale di Mirandola riunitosi il 9 novembre scorso l’oggetto della petizione popolare presentata da Ubaldo Chiarotti (Comitato “Salviamo l’ospedale di Mirandola) e Nicoletta Vecchi Arbizzi (Associazione La Nostra Mirandola) e sostenuta da oltre 1500 firme di cittadini dell’Area Nord (600 solo a Mirandola).

Un’assise aperta con la presenza di numerosi ospiti e addetti ai lavori a cominciare dai promotori della petizione, poi i medici Valter Merighi e Sergio Penitenti, in collegamento da Pavullo, Maria Cristina Bettini del Comitato “Salviamo l’ospedale di Pavullo”. Presenti i sindaci di Medolla Alberto Calciolari, presidente UCMAN, e di San Prospero Sauro Borghi. Hanno assistito al dibattito ma non sono intervenuti la direttrice sanitaria dell’Ausl di Modena Silvana Borsari, il direttore dell’Ospedale di Mirandola Giuseppe Licitra, il direttore del distretto socio sanitario dell’Area Nord, Angelo Vezzosi.

“Chi ascolterà – ha di- chiarato il sindaco Alberto Greco salutando i rappresentanti di Pavullo – capirà che siamo uniti e non divisi rispetto alla situazione ospedaliera che interessa entrambi i territori, mentre ribadiamo la necessità della revisione del PAL e la ridefi nizione della mission dei vari ospedali della provincia. Con questa petizione si vuole rafforzare quanto è stato chiesto e ripetuto fino ad oggi”… continua a leggere.

Condividi sui Social