Pubblicato il

Budrione: comunità accogliente

Con il sostegno del Lions A.Pio, realizzato un progetto di integrazione per due famiglie ucraine presso la scuola d’infanzia di Budrione.

di Alessandro Cattini

 

Budrione: comunità accogliente

 

Si è tenuto nella mattinata di lunedì 20 giugno, presso la scuola d’infanzia “Aida e Umberto Bassi” di Budrione, un momento di incontro e condivisione fra tutte le realtà e le persone coinvolte all’interno di un lungimirante progetto di integrazione, svoltosi nei mesi di maggio e giugno a sostegno di due famiglie giunte in Italia in seguito allo scoppio della guerra in Ucraina.

Una colazione insieme per celebrare la buona riuscita di uno sforzo di cooperazione e accoglienza che ha visto coinvolta la scuola, gestita dall’Associazione Santi Paolo e Giulia, la parrocchia di Budrione e il Lions Club Carpi Alberto Pio, principale finanziatore del progetto assieme ad altri generosi benefattori.

È stata la guerra a spingere verso l’Italia Yuliia e Natasha, due mamme ucraine con due bambini al di sotto dei sei anni d’età, di fronte alle cui esigenze si è mobilitata tempestivamente tutta la comunità educativa raccolta intorno alla scuola d’infanzia di Budrione. In poco tempo, infatti, la scuola è stata in grado di organizzare sia un sistema di accoglienza per i bambini, individuando un’educatrice bilingue cui affidarli, sia un piccolo corso di lingua italiana per le mamme.

Nei locali messi a disposizione dalla parrocchia, mentre i bambini si trovavano all’asilo, Yuliia e Natasha hanno così potuto frequentare le lezioni di due insegnanti, Annarita Gandolfi e Lorenza Malavasi…

Continua a leggere oppure abbonati qui

Condividi sui Social