Pubblicato il

Pronto soccorso: perché non ci sono i medici?

Preoccupazione dopo la notizia della presenza questo mese di un solo dottore nel turno notturno. Bellelli lancia l’allarme alla Regione, l’Ausl garantisce turni con due sanitari. E spunta la politica.

Pronto soccorso: perché non ci sono i medici?

di Maria Silvia Cabri

 

“Basta un imprevisto e il Pronto Soccorso rischia di chiudere!”. Il clima di forte preoccupazione e paura che si respira in città dopo la notizia della presenza, per il mese di ottobre, di un solo medico a coprire il turno notturno al Pronto soccorso dell’ospedale Ramazzini di Carpi, può essere bene sintetizzato da queste parole. Parole che provengono da una fonte autorevole, ossia il sindaco di Carpi, Alberto Bellelli, che ieri ha inviato una lettera all’assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini per manifestargli “tutta la preoccupazione della Comunità di Carpi rispetto alla situazione nella quale versa il Pronto Soc- dell’ospedale Ramazzini”.

Continua a leggere oppure abbonati qui.

Condividi sui Social