Pubblicato il

Si inaugura la sede della Cooperativa culturale Gioacchino Malavasi

Si terrà venerdì 31 marzo, dalle ore 20, a Concordia sulla Secchia, l’evento “10 anni con Fratello Papa Francesco” per inaugurare la sede rinnovata e le attività della Cooperativa culturale Gioacchino Malavasi, già Cooperativa culturale Alcide De Gasperi

Si inaugura la sede della Cooperativa culturale Gioacchino Malavasi

 

Si terrà venerdì 31 marzo, dalle ore 20, a Concordia sulla Secchia, l’evento “10 anni con Fratello Papa Francesco” per inaugurare la sede rinnovata e le attività della Cooperativa culturale Gioacchino Malavasi, già Cooperativa culturale Alcide De Gasperi. Quest’ultima sorse all’inizio degli anni ’80 – siamo quindi nel quarantesimo della sua costituzione – per volontà degli iscritti e militanti dell’allora Democrazia Cristiana concordiese, con la missione di realizzare la nuova sede della Dc, prima ospitata all’interno di spazi della parrocchia.

La “nuova” cooperativa culturale è oggi intitolata a Gioacchino Malavasi (1903-1997), il più illustre cattolico-democratico che abbia avuto i natali a Concordia, una figura di statura nazionale, che era ancora vivo al momento della fondazione. E’ stato tra i protagonisti della rinascita della democrazia italiana, come oppositore storico del fascismo e co-fondatore nel 1928 del Movimento Neoguelfo d’Azione, che è considerato La Rosa Bianca italiana e la prima forma di antifascismo organizzato in seno al movimento cattolico, prima dell’8 settembre 1943, momento a partire dal quale i Guelfi e Malavasi coltivarono il rapporto con gli ex-Popolari di Alcide De Gasperi che portò alla nascita della Dc nazionale. Ecco allora in virtù di un tale ruolo nazionale e della vicinanza a De Gasperi, la scelta di questa nuova intitolazione.

Dopo il “taglio del nastro”, venerdì 31 marzo, seguirà la prima iniziativa della nuova Cooperativa che, come primo progetto culturale, promuove un itinerario e un ciclo di appuntamenti (marzo 2023-marzo 2024) dedicati al decennale dell’elezione al soglio pontificio di Papa Francesco, in partnership e in collaborazione con realtà culturali  analoghe a quella concordiese, di ambito locale e nazionale, a partire dal Centro Culturale Francesco Luigi Ferrari, grazie alla sostegno della Fondazione Sias.

Dunque, la serata del 31 marzo vedrà il biblista padre Giancarlo Bruni e Pierluigi Castagnetti, presidente della Fondazione Persona Comunità Democrazia, introdotti dal presidente della Cooperativa Malavasi, Paolo Negro, e da Stefano Arduini, direttore del magazine Vita, intrecciare riflessioni e dialogo sui contenuti dell’ultimo numero di Vita, dedicato al decennale di Papa Bergoglio, a partire dalla sua cosiddetta “Teologia della Fratellanza”. Interverranno inoltre le autorità civili e monsignor Gildo Manicardi, vicario generale della Diocesi di Carpi.

 

 

Condividi sui Social