Pubblicato il

Agesci, il Clan Carpi 6 in route di Pasqua a Roma

Dalla croce alla risurrezione, un cammino di speranza. La route di Pasqua per il Clan/Fuoco Aquile Randagie del gruppo scout Carpi 6 (parrocchia del Corpus Domini), si è svolta a Roma, con una profonda riflessione sul mistero della passione, morte e risurrezione di Gesù. La partecipazione alla Via Crucis al Colosseo

Agesci, il Clan Carpi 6 in route di Pasqua a Roma

 

Il Clan/Fuoco Aquile Randagie del gruppo scout Carpi 6 (parrocchia del Corpus Domini) racconta la propria route di Pasqua a Roma, vissuta in particolare con una profonda riflessione sul mistero della passione, morte e risurrezione di Gesù attraverso le parole di Papa Francesco. Fra i momenti più intensi, la partecipazione alla Via Crucis al Colosseo.

 

La sveglia di mattina presto, lo zaino in spalla e pronti per percorrere la nostra strada all’ombra della croce di Cristo. Nel cuore la speranza di vivere questo Triduo con le parole e lo sguardo di Papa Francesco. I passi nella città eterna, il nostro tempo, viene accompagnato dalle riflessioni scelte per questa route. “Di fronte alla passione di Gesù non possiamo rimanere indifferenti: la Croce ci interpella, ci domanda un parere, ci obbliga a prendere una posizione. Ci vincola alle nostre scelte, ci incatena alle nostre decisioni. Non possiamo dire non mi interessa, quasi che dichiarare ‘da che parte stare’ fosse uno schiaffo al nostro orgoglio e alla nostra pretesa autonomia da tutto e da tutti. Diciamocelo chiaramente: chi collochiamo al ‘centro’ del mondo e della storia, la nostra storia? La croce e il crocifisso azzerano tutte le nostre esperienze ordinarie e straordinarie; la vita non è più vita, senza quella scelta”. Il Venerdì santo eravamo pronti ad incontrare il Santo Padre, abbiamo cercato di essere i primi ad entrare al Colosseo per incrociare il suo sguardo. Alle 15.30 abbiamo scoperto che il Santo Padre, per motivi di salute, non si sarebbe presentato… un po’ di delusione, ma forte il desiderio di vivere la Via Crucis insieme al mondo, con un impegno in più, pregare per il Papa. Esperienza straordinaria che ha donato alla nostra comunità di Clan/Fuoco la consapevolezza che dopo la morte di Gesù la risurrezione è la risposta potente che Dio dona all’umanità.

Clan Aquile Randagie – Carpi 6

 

 

Condividi sui Social