Pubblicato il

L’emporio avrà il nome dei coniugi Focherini

Emergenza alimentare - Sarà intitolato ai coniugi Odoardo e Maria Focherini l’Emporio Partecipativo in via Cattani a Carpi

L’emporio partecipativo si propone come strumento per contrastare l’emergenza alimentare e rispondere ai bisogni delle famiglie in difficoltà.

L'emporio avrà il nome dei coniugi Focherini

 

Sarà intitolato a “Odoardo e Maria Focherini” l’Emporio Partecipativo che sorgerà a Carpi e vuole essere uno strumento per contrastare l’emergenza alimentare e proporsi come luogo inclusivo e di coinvolgimento delle tante famiglie che vivono una situazione di difficoltà.

La Diocesi di Carpi, fin dalla scorsa primavera, sollecitata dall’individuazione di una progettualità coerente con l’assegnazione del fondo straordinario dell’8xmille per l’emergenza covnd-19, ha avviato un tavolo di confronto con le Istituzioni e con le realtà del terzo settore attive sul territorio per individuare quale fosse la risposta più idonea alle necessità di singoli e nuclei familiari.

Sono state valutate diverse formule, anche guardando ad esperienze già presenti sul territorio nazionale, per arrivare alla scelta di dare vita ad un Emporio Partecipativo ovvero un luogo aperto a tutti dove fare la spesa a prezzi contenuti. Le famiglie assistite avranno a disposizione delle carte prepagate distribuite attraverso i Centri di Ascolto parrocchiali, le Associazioni caritative e i Servizi Sociali territoriali. Eventuali margini economici saranno sempre e comunque destinati all’emissione di ulteriori gratuità in aggiunta ai contributi che sarà possibile ottenere da Enti benefattori pubblici e privati.

Nel frattempo, si sono create solide partnership con le Istituzioni che hanno deciso di sostenere il progetto dell’Emporio Partecipativo: il Comune di Carpi e la Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi hanno già deliberato importanti contributi economici che si aggiungono alla quota del fondo straordinario dell’8xmille messo a disposizione dalla Diocesi.

La gestione diretta dell’Emporio Partecipativo è stata affidata alla Fondazione Odoardo e Maria Focherini che attraverso il lavoro di diversi gruppi di esperti e volontari, l’apporto degli operatori Caritas e il coinvolgimento del Consiglio di Amministrazione, si sta occupando di tutto quanto necessario per avviare un’attività così complessa.

Dopo un’accurata selezione è stata individuata anche la sede dell’Emporio che sarà collocato in via Cattani n. 69 in una zona facilmente accessibile e facilmente visibile e identificabile.

Altri dettagli sulle modalità di gestione e di accesso da parte del pubblico saranno forniti nell’imminenza dell’apertura prevista entro l’estate.

 

La Fondazione Caritas Odoardo e Maria Focherini

La Fondazione Caritas Odoardo e Maria Focherini nasce nel 2014 allo scopo di rafforzare le attività caritative nella Diocesi di Carpi e dotare la stessa Diocesi di un ente maggiormente operativo che potesse assumersi l’onere di realizzare particolari attività. Il primo presidente della Fondazione Focherini è stato don Massimo Dotti, che ha fatto partire le attività indirizzandole soprattutto verso l’emergenza abitativa. Nell’ottobre 2017 viene nominato presidente Giorgio Lancellotti, che ha proseguito e consolidato le attività di Social Housing ed ha affrontato l’emergenza della pandemia nella primavera 2020. Dal settembre 2020 il presidente è Stefano Battaglia, vicedirettore della Caritas diocesana, coadiuvato dai Consiglieri Marco Vezzani, Mariangela Bezzecchi e Maria Cleofe Filippi.

Condividi sui Social