Pubblicato il

Soddisfazione e pubblico per la stagione estiva del Teatro comunale

Soddisfazione e pubblico per la stagione estiva del Teatro comunale
IL M° Carlo Guaitoli, direttore artistico del Teatro comunale di Carpi

 

di Maria Silvia Cabri

Una stagione estiva teatrale davvero molto ricca e che si sta rivelando un autentico successo quella promossa dal Teatro comunale di Carpi. “Sono e siamo veramente molto soddisfatti – commenta il M° Carlo Guaitoli, direttore artistico del Teatro comunale di Carpi -. I riscontri del pubblico sono molto positivi, con quasi tutti gli spettacoli registriamo il sold out”. “’Accade d’estate a teatro’ prevede 23 appuntamenti, quasi tutti gratuiti, raggruppati nelle tradizionali rassegne del Comunale: L’Altra Musica, L’Altro Teatro, CarpInJazz e CarpInClassica.

Il cartellone realizzato dal Teatro comunale è dunque ambizioso: jazz, classica, rock e prosa, per quella che è stata definita la “stagione del riscatto”, che proseguirà fino al 23 agosto in piazza dei Martiri e nel cortile d’onore di Palazzo dei Pio. “La vera grande gioia è rivedere tanti artisti esibirsi finalmente davanti a una platea che applaude – prosegue Guaitoli -. Abbiamo creato una stagione teatrale estiva del tutto straordinaria, pensando al nostro pubblico, al desiderio che c’è di arte dal vivo, e cercando di rendere l’offerta particolarmente variegata: grandi eventi, artisti nazionali e internazionali di levatura che credo lasceranno un segno importante nella nostra città”.

L’approccio con il jazz

Particolare attenzione è stata riservata in quest’edizione alla musica jazz con “CarpInJazz”, quest’anno dedicato al trio con pianoforte e che vedrà una conclusione d’eccellenza con il “Brad Mehldau Trio”, lunedì 12 maggio, in esclusiva regionale. In piazza Martiri il trio inaugura la loro stagione di concerti, una dozzina fra Italia (tre località in tutto dopo Carpi), Francia, Spagna e Portogallo. Sul palco lo straordinario pianista Brad Mehldau, Larry Grenadier (contrabbasso) e Jeff Ballard (batteria). Brad Mehldau, 50 anni, dalla Florida, è un pianista di formazione classica che si è “convertito” al jazz: ha all’attivo una sterminata attività concertistica, da solista e in trio; uno dei suoi maestri è stato quel Fred Hersch che ha suonato a Carpi l’altra sera nella stessa rassegna; tra le decine di incisioni anche alcune colonne sonore, come “Space Cowboys ” di Clint Eastwood e “Million Dollar Hotel” di Wim Wenders.

Tracce antiche

“In realtà – chiosa Guaitoli – l’approccio con il jazz è iniziato già lo scorso anno, con le iniziative in Cortile d’Onore. Per due anni ci siamo ‘concentrati’ solo su ‘CArpiInClassica. Nel 2020 abbiamo avuto solo due appuntamenti con ‘CarpInJazz’: quest’anno abbiamo pensato in grande, ‘trasferendoci’ in piazza Martiri!”. “Quello sul jazz, la mia grande passione, è un ‘lavoro’ più a lungo termine da fare sul pubblico. Occorre coltivare gli ascoltatori, abituarli, introdurli a questo genere. Oggettivamente il risultato ottenuto in questa stagione estiva è eccezionale: i tre appuntamenti (sempre in trio), partendo da Stefano Bollani, passando per il ‘Fred Hersch Trio’, e in grande conclusione con il ‘Brad Mehldau Trio’ lo hanno dimostrato”.

Lunedì in piazza Martiri si comincia come sempre alle 21.30: il biglietto d’ingresso costa 15,00 euro ed è acquistabile sul circuito Vivaticket e nell’ufficio “InCarpi” (Torre dell’Uccelliera, Piazza dei Martiri, 59 Carpi) [email protected] tel. 059649255.

Condividi sui Social