Pubblicato il

No ai cortei in centro: le associazioni di categoria scrivono a Prefetto e Questore

Modena, Confcommercio, Cna, Confesercenti e Lapam hanno scritto al Prefetto ed al Questore per chiedere che le manifestazioni contro il green pass e i vaccini non avvengano più al sabato e siano trasferite nelle aree della città a bassa densità commerciale

No ai cortei in centro: le associazioni di categoria scrivono a Prefetto e Questore

 

Un comunicato stampa di Confcommercio Modena informa che le associazioni di categoria Confcommercio, Cna, Confesercenti e Lapam hanno scritto al Prefetto ed al Questore per chiedere che le manifestazioni contro il green pass e i vaccini non avvengano più al sabato e siano trasferite nelle aree della città a bassa densità commerciale.

“Quella di sabato scorso (a Modena, ndr) – si legge nella lettera – è stata l’ottava manifestazione di questo tipo. E’ del tutto evidente come questi assembramenti disincentivino la frequentazione delle aree coinvolte e, più in generale dell’intero centro”.

Non è certo in discussione il diritto a manifestare, previsto dalla Costituzione, ma la Carta riconosce anche a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

“Ci pare che queste manifestazioni ledano questo diritto al lavoro degli esercenti”, si legge in un comunicato delle Associazioni.

“Stiamo peraltro parlando – continua il comunicato – di attività duramente colpite dalle limitazioni dei provvedimenti anticovid, alla luce delle quali queste manifestazioni rappresentano la beffa, oltre al danno”.

Secondo Confcommercio, Cna, Confesercenti e Licom “la soluzione per garantire i diritti di tutti è appunto quella di consentire queste manifestazioni in aree magari limitrofe al centro storico come il Novi Sad”.

 

Condividi sui Social