Pubblicato il

Memoria Festival, riflettori puntati su “l’imprendibile”

A Mirandola torna l’appuntamento con il Memoria Festival, organizzato dal Consorzio per il Festival della Memoria in collaborazione con Giulio Einaudi Editore. Filosofi e scienziati, storici e scrittori, giornalisti e critici letterari si muoveranno sul filo della memoria, spaziando nel tempo e negli argomenti

Memoria Festival, riflettori puntati su “l’imprendibile”

 

Da venerdì 1° ottobre fino a domenica 3 ottobre, torna l’appuntamento con il Memoria Festival, organizzato dal Consorzio per il Festival della Memoria in collaborazione con Giulio Einaudi Editore, per cercare di afferrare L’imprendibile che è in ogni cosa. Questo, infatti, il tema che guiderà gli incontri, spettacoli e approfondimenti che animeranno la città pronta ad accogliere ospiti e partecipanti di questa edizione che finalmente torna a svolgersi in presenza. Filosofi e scienziati, storici e scrittori, giornalisti e critici letterari si muoveranno sul filo della memoria, spaziando nel tempo e negli argomenti.

Come ogni ricordo subito ne richiama un altro, così il programma del Memoria Festival restituisce nella propria struttura il funzionamento della memoria: se per Eraclito Su di un cerchio ogni punto d’inizio può anche essere un punto di fine, lo stesso vale per i ricordi, sempre compresi in un cerchio di azioni e sentimenti che determinano una fase della nostra vita che potrebbe essere in procinto di iniziare o appena finita lì nel momento in cui la nostra memoria la evoca. E il passato, imprendibile, sfugge alle nostre categorie.

Il Festival si apre nella serata di giovedì 30 settembre, alle 21, nell’Aula Magna Rita Levi Montalcini con un’anteprima: la proiezione del film Mother Fortress alla presenza della regista Maria Luisa Forenza, con l’introduzione di Gian Piero Brunetta. Un’occasione per riflettere su uno dei più violenti conflitti del nostro tempo, quello siriano, partendo dall’esperienza di una comunità di religiosi che resiste e non smette di prendersi cura degli altri.

 

I sedici cerchi tematici di questa edizione

A guidare il dialogo a più voci di questa edizione del Memoria Festival sarà ancora una volta la struttura dei cerchi tematici, ognuno dedicato a un aspetto, un’interpretazione, una suggestione scaturita dalla memoria: I. A viva voce, con la testimonianza di poeti e scrittori; II. Per voce sola, per riascoltare i grandi interpreti del cinema e del teatro; III. Altra voce, per esplorare la diversità; IV. Pianeta, perché il paesaggio è anche condizione esistenziale; V. Giovanni Pico, dedicato al cittadino più illustre di Mirandola; VI. Prossimo, per provare ad afferrare le personalità più imprendibili; VII. Infinitamente piccolo, per vedere quello che ci sfugge; VIII. Infinitamente grande, come ciò che cerchiamo di indagare ad anni luce da qui; IX. Dio, la ricerca del sacro, l’inafferrabile per eccellenza; X. Sentire, un’esplorazione senza confini nelle categorie dell’esistenza; XI. Ispirazione, indagine sulle forme artistiche di espressione; XII. Italiano, per (ri)scoprire le nostre eccellenze; XII. Lontano, nel tempo e nello spazio; XIV. Animalia, dedicato ai più misteriosi bestiari; XV. Musica e memoria, dedicata a una delle più evocative e impalpabili delle arti; XVI. Cinema e memoria, per riflettere sulla magia del grande schermo.

Fra i numerosi ospiti attesi nelle prossime giornate: Claudio Bartocci, Marino Bartoletti, Donatella Di Pietrantonio, Marco Tullio Giordana, Lucrezia Lante della Rovere, Melania Mazzucco, Giacomo Poretti, Paolo Milone, Michele Mari

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento posti. L’accesso agli incontri sarà consentito esibendo una Certificazione Verde Covid-19 (Green pass).

Programma completo e prenotazioni online sul sito www.memoriafestival.it

 

Il Festival è promosso e organizzato dal Consorzio del Festival della Memoria (i cui soci fondatori sono Comune di Mirandola, Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, San Felice 1893 Banca Popolare, Coldiretti Modena) in collaborazione con Giulio Einaudi Editore. Soci sostenitori: Cpl Concordia Soc. Coop, Autocarozzeria Imperiale, Egicon, Rotary Club Mirandola, Lions Club Mirandola. Con il patrocinio del Ministero della Cultura e il patrocinio e contributo della Regione Emilia-Romagna. Platinum sponsor Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola; gold sponsor Aimag, Intersugical, Coop Alleanza 3.0, Cima, B.Braun, BPER Banca, Sidam, Coldiretti Modena; silver sponsor Cpl Concordia Soc. Coop, Liva Nova Sorin Group Italia, Redax, Haemotronic, San Felice 1893 Banca Popolare, Ar.Co. Lavori, Tecna Marposs, Assicoop Modena&Ferrara, X2 Solutions, Pico Adviser Group, Farmacia Veronesi, Leonardo. Si ringrazia per la collaborazione: Eurosets, Lions Club Mirandola, Rotary Club Mirandola, AeC Costruzioni, Egicon, Autocarrozzeria Imperiale. Sponsor tecnici: Il centro internazionale di Cultura Giovanni Pico della Mirandola, Vivai Morsilli, Acetum Spa, Mazzetti. Media partner Radio Pico.

 

 

Condividi sui Social