Pubblicato il

Veglia Missionaria. Solide fondamenta per il nostro futuro

Veglia in Cattedrale presieduta da monsignor Manicardi, ricordando i sette missionari della Diocesi “profeti e testimoni”.

Veglia Missionaria. Solide fondamenta per il nostro futuro

 

Nella serata di sabato 23 ottobre, in Cattedrale, si è celebrata la Veglia missionaria nel ricordo dei sette missionari della Diocesi di Carpi deceduti in quest’ultimo anno. Di seguito una sintesi dell’omelia del Vicario generale, monsignor Gildo Manicardi, che ha presieduto la liturgia.

Tre presbiteri, tre donne consacrate nella verginità e Luciano, l’unico morto giovane, di Covid, in un Paese dove mancano le cure necessarie per sopravvivere.

Il libretto della Veglia missionaria, quest’anno, sembra la scatola che racchiude le fotografie di famiglia, prendendole in mano, una alla volta, perdono la polvere che le ricopre e riacquistano colore. Questi sette missionari hanno gridato contro l’inequità, hanno annunciato a gran voce che Dio è l’unico nostro Signore, sono altrettanti Elia profeta, il cui nome significa appunscia to questo: “il mio Dio è il Signore!”… continua a leggere. 

Condividi sui Social