Pubblicato il

Focolaio nelle scuole: dove si è sbagliato?

Alla primaria don Milani una sola classe sarà in presenza; le medie Hack sono state dimezzate. Torna l’incubo Dad per le famiglie.

di Maria Silvia Cabri

 

Focolaio nelle scuole: dove si è sbagliato?

 

Abbiamo seguito tutti i protocolli anti Covid, come facciamo da ben oltre un anno, e non capiamo cosa possa essere successo. A scuola tutto quello che si doveva fare è sempre stato rigorosamente fatto”. Tiziano Mantovani, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Carpi 3 in cui rientrano la scuola primaria don Milani e la secondaria di primo grado Margherita Hack, esprime profondo dispiacere e incredulità per i 60 casi di positività (di cui due insegnanti) tra gli alunni della scuola elementare (278 in totale) e quelli rinvenuti alle medie (tre positivi al Covid, di cui due studenti e un insegnante).

Alle don Milani, su 11 classi, 3 erano già in quarantena con 29 casi: a seguito dello screening a tappeto che lo scorso 23 ottobre nel cortile dell’istituto ha coinvolto 200 tra alunni, docenti, ausiliari (Cir) e personale Ata, è stata riscontrata un’altra trentina di positivi, con la conseguenza che altre 7 classi sono entrate in quarantena e solo una classe sarà in presenza a scuola lunedì mattina (non essendo stato rilevato alcun positivo al Covid). Tutti gli alunni delle altre dieci classi dovranno restare in isolamento domiciliare… continua a leggere.

Condividi sui Social