Pubblicato il

Vaccini: armi formidabili contro Covid e influenza

Procede a pieno ritmo la somministrazione della “terza dose”. Ascari, direttrice del Distretto sanitario di Carpi: “Campagna raddoppiata con l’antinfluenzale”.

di Maria Silvia Cabri

 

Vaccini: armi formidabili contro Covid e influenza

Stefania Ascari

 

La somministrazione della cosiddetta terza dose anti Covid per le persone a rischio sta procedendo sempre più spedita. A livello regionale, infatti, si è registrato un aumento dei contagi, complice probabilmente l’aumento dei tamponi legato all’obbligo di Green pass, ma anche alla stagione più fredda che ci porta a vivere di più al chiuso.

Ecco perché diventa fondamentale accelerare con la terza dose: nella nostra provincia l’adesione per quanto riguarda le dosi addizionale e booster è alta: a questa, tra l’altro, si affianca l’avvio, già da qualche settimana nei punti vaccinali, della vaccinazione antinfluenzale, proposta in co-somministrazione con la terza dose anti-Covid. Soddisfazione per il buon andamento, e per la risposta della popolazione, è espresso da Stefania Ascari, direttrice del Distretto sanitario di Carpi.

Dottoressa, “terza dose anti-Covid” è un termine generico: come si suddivide più precisamente?

Occorre tenere distinta la dose addizionale dalla dose booster. Quella addizionale è una dose aggiuntiva di vaccino a completamento del ciclo vaccinale primario, somministrata al fine di raggiungere un adeguato livello di risposta immunitaria. La dose addizionale va som- ministrata dopo almeno 28 giorni dall’ultima. Questa dose aggiuntiva è destinata alle persone che si trovano in una delle condizioni di fragilità ad oggi individuate dal Ministero della Salute nella Circolare del 14 settembre 2021 (ad esempio pazienti oncologici, immunodepressi, trapiantati).

La dose booster invece?

È propriamente una dose di richiamo dopo il completamento del ciclo vaccinale primario, a distanza di un determinato intervallo temporale (almeno sei mesi), che viene somministrata per mantenere nel tempo o ripristinare un adeguato livello di risposta immunitaria… continua a leggere.

Condividi sui Social