Pubblicato il

Sanità in lutto per la morte dello psichiatra Rubes Bonatti

"Uomo molto colto e professionalmente preparato, con cui era sempre piacevole parlare, appassionato del suo lavoro, dei cavalli e della musica classica"

 

Sanità in lutto per la morte dello psichiatra Rubes Bonatti
Il dottor Rubes Bonatti

 

Cordoglio in città per la scomparsa del dottor Rubes Bonatti, morto la notte scorsa a 72 anni. Carpigiano di nascita, dopo la laurea in Medicina e Chirurgia e la specializzazione in Psichiatria, nel 1975 ha iniziato la propria carriera lavorativa nell’Azienda sanitaria locale, prima come assistente medico, poi come dirigente medico. Dal 2002 ha assunto il ruolo di direttore della Struttura complessa di Salute Mentale Adulti dell’Area Nord, prima del pensionamento avvenuto nel 2017.

 

Tanti i ricordi e gli attestati di stima dei professionisti che l’hanno conosciuto: “Il dottor Bonatti è stato un professionista che ha lasciato un segno importante nella gestione e organizzazione dei servizi di salute mentale sul territorio – afferma il dottor Fabrizio Starace a nome del Dipartimento di Salute Mentale e di tutta l’Azienda USL –. Si è sempre contraddistinto come un esempio di impegno e disponibilità nei confronti delle persone con disturbi di salute mentale”.

“Abbiamo lavorato insieme 23 anni al Ramazzini – prosegue lo psichiatra Giorgio Magnani -. Un uomo molto colto e professionalmente preparato, con cui era sempre piacevole parlare, e un amante della musica classica: dal suo ambulatorio le note riecheggiavano in tutto il piano del Csm. Tante le battaglie che ha portato avanti sempre in nome della passione per il suo lavoro e del bene della comunità”.

“Un collega con il quale ho condiviso per venti anni tanti progetti – prosegue Massimo Bigarelli, direttore del Servizio Dipendenze Patologiche Area Nord – che ha sempre messo al primo posto il bene della sanità di Carpi e del territorio, per il quale si è sempre speso senza riserve”.

Impegnato nel sociale e nel mondo della politica, con attenzione in particolare alla Sanità, militando Partito socialista, per il quale è stato anche eletto nel 1970 in Consiglio comunale. Nel 2019 era tra i candidati della lista Carpi 2.0 a sostegno della candidatura di Alberto Bellelli.

Da domani alle 14.30 sarà possibile portare un saluto al dottor Bonatti nelle camere ardenti dell’ospedale Ramazzini; sabato mattina si partirà da lì alle 10 per la chiesa del cimitero dove si svolgerà il funerale alle 10.30.

Condividi sui Social