Pubblicato il

Accordo Aimag-Associazioni consumatori contro il caro bollette

Verasani, presidente Aimag: "Condizioni migliorative per i nostri clienti rispetto alla normativa vigente"
Accordo Aimag-Associazioni consumatori contro il caro bollette
aimag

 

E’ stato raggiunto un accordo Accordo tra il Gruppo AIMAG e le principali Associazioni dei consumatori dell’Emilia-Romagna (Federconsumatori, Adiconsum, Lega Consumatori, Udicon e Cittadinanzattiva) per contrastare i rincari delle bollette di famiglie ed imprese. Durante l’incontro che si è svolto stamattina, la multiutility ha presentato le misure che si vogliono mettere in campo per aiutare le imprese e le famiglie con maggiori difficoltà a fronte dei rincari delle bollette e le soluzioni proposte hanno trovato la completa condivisione da parte delle associazioni.

 

 

Accordo Aimag-Associazioni consumatori contro il caro bollette
Gianluca Verasani, presidente del Gruppo Aimag

 

“Esprimo la soddisfazione di tutto il Gruppo per gli accordi presi con le associazioni di categoria – commenta Gianluca Verasani, presidente del Gruppo AIMAG – con le quali riteniamo fondamentale avere aperto questo canale di dialogo su un tema davvero sensibile per le famiglie e le imprese del territorio. Abbiamo anche deciso che si costituisca un osservatorio permanente, per i prossimi mesi, che consenta – sia a noi come azienda, sia alle associazioni – di monitorare la situazione in modo puntuale”.

“Nel merito delle misure, il Gruppo ha deciso di applicare condizioni migliorative per i propri clienti rispetto alla normativa vigente, sia per quanto riguarda le rateizzazioni delle fatture di gas ed energia elettrica sia per l’estensione delle misure di rateizzazione, con modalità specifiche, anche ad acqua, rifiuti e teleriscaldamento. Con queste azioni, sebbene comportino per noi oneri finanziari importanti, vogliamo confermare il nostro impegno come azienda a stare vicino alle nostre comunità per supportare le difficoltà economiche di questo contesto”.

Soddisfazione espressa anche dalle Associazioni dei consumatori, sia i contenuti dell’intesa e per il metodo seguito, basato sull’ascolto reciproco. I contenuti dell’accordo, che migliora in modo significativo quanto previsto dal governo in materia di rateizzazione delle bollette, saranno applicati in tutte le nove regioni dove Sinergas è operativa, con 230.000 utenze complessive. “In un momento di grande difficoltà per tantissime famiglie, avere migliorato le regole di legge sulle rateizzazioni e aver allontanato lo spettro del distacco delle utenze rappresenta un risultato significativo”.

Ecco i contenuti:

i clienti in difficoltà (utenze domestiche) avranno la possibilità di attivare forme di rateizzazione o piani di rientro prima della scadenza della bolletta (condizione migliorativa rispetto ai provvedimenti del governo che prevede la possibilità di rateizzazione da parte dei clienti inadempienti, quindi a bolletta scaduta). Per le famiglie con bollette emesse da gennaio, fino a tutto il mese di aprile 2022, Aimag e Sinergas confermano la possibilità di rateizzazione delle bollette in 10 mesi, senza applicazione degli interessi. Migliorando le norme di legge, la prima rata è prevista al 30%, e non al 50%. Qualora la bolletta dovesse essere superiore ai 1000 euro, sarà possibile richiedere una rateizzazione che va oltre i 10 mesi, anche qui superando le previsione di legge. Una condizione che ricorre anche per ciò che riguarda i servizi legati ad acqua e rifiuti, per i quali sarà concessa ai richiedenti la possibilità di dilazione dei pagamenti su 3-4 rate.

Rispetto ai distacchi delle utenze, l’insieme delle garanzie e le rateizzazioni messe in campo, e la possibilità di rinegoziare i piani di rientro in sofferenza, dovrebbero consentire la riduzione ai minimi termini del problema, anche a fronte dei percorsi di dialogo con l’utente moroso ed i tempi lunghi per rendere operativo il distacco.

Infine, le Associazioni dei consumatori hanno segnalato ad Aimag la grave condizione economica di diversi soggetti del Terzo Settore, e fra questi i Circoli ricreativi e sportivi. Piegati da due anni di pandemia, con la sospensione e la forte riduzione delle attività, queste importanti realtà rischiano oggi un forte ridimensionamento, in alcuni casi la chiusura. Per questo è necessaria una forte attenzione di tutti rispetto ai maggiori costi energetici che dovranno sostenere questi soggetti. Da parte di Aimag è stata garantita la massima attenzione ad un problema reale, nella volontà assolutamente condivisa di non depauperare il territorio dalla presenza di fondamentali realtà aggregative.

 

Condividi sui Social