Pubblicato il

Minerali, ambiente e diritti umani

Dal 4 al 12 giugno a Carpi la terza tappa della Staffetta Empoli-Bruxelles per la petizione da presentare al Parlamento Europeo.

A cura del Centro Missionario

 

Minerali, ambiente e diritti umani

 

A Carpi si è svolta la terza tappa della staffetta Empoli-Bruxelles organizzata dalle associazioni Safari Njema e Mediterraneo Siamo Noi con lo scopo di consegnare una petizione direttamente al Parlamento Europeo. La raccolta firme si focalizza sull’articolo 7 del regolamento dell’Unione Europea 2017/821 sui minerali provenienti da zone di conflitto, ovvero sulle sanzioni amministrative imposte ai soggetti importatori di tali minerali che non provvedono a fornire documentazione adeguata.

Nonostante questo regolamento preveda le sanzioni, e un importatore ne subisca gli effetti, il consumatore non sarà mai a conoscenza dei trasgressori. Un importatore che non rispetta il regolamento europeo, qualora paghi la somma prestabilita, sarà considerato in egual modo rispetto a colui che segue la normativa europea.

Continua a leggere oppure abbonati qui

Condividi sui Social