Pubblicato il

Il Signore ha guidato il mio cuore

Gemma, vedova del commissario Calabresi, racconta nel suo libro il lungo cammino per perdonare gli assassini del marito.

Il Signore ha guidato il mio cuore

di Maria Silvia Cabri

 

Un’intensa e sincera testimonianza sul senso della giustizia e della memoria. Una storia di amore e pace. Gemma Capra aveva solo 25 anni quando il 17 maggio 1972 un commando di Lotta Continua uccise suo marito, il commissario Luigi Calabresi, il suo “Gigi”, lasciandola da sola con tre figli, di cui uno ancora in grembo. Per perdonare gli assassini Gemma ci ha messo cinquant’anni: un lungo cammino che racconta nel libro “La crepa e la luce”, che ha presentato…

Continua a leggere oppure abbonati qui.

Condividi sui Social