Pubblicato il

Consiglio Permanente CEI. Nomina per mons. Castellucci

Assumerà la presidenza del Comitato nazionale del Cammino sinodale

Consiglio Permanente CEI. Nomina per mons. Castellucci

 

Nel corso dei lavori, il Consiglio Episcopale Permanente ha provveduto alla nomina di Mons. Erio Castellucci, Arcivescovo Abate di Modena – Nonantola, Vescovo di Carpi e Vice Presidente della CEI, Presidente del Comitato nazionale del Cammino sinodale. E’ quanto si legge nel comunicato finale del Consiglio Permanente della CEI che si è riunito a Matera in occasione della celebrazione del Congresso Eucaristico Nazionale.

Verso le elezioni

Consiglio Permanente CEI. Nomina per mons. Castellucci
Il card. Matteo Zuppi in visita al carcere di Matera ph Siciliani Gennari – CEI

La riflessione del Cardinale Presidente Matteo Zuppi sugli “inverni” che l’Italia si trova ad affrontare ha avviato un confronto franco e articolato sulle sfide attuali, che ha portato all’elaborazione dell’Appello alle donne e agli uomini del nostro Paese, dal titolo “Osare la speranza”. Alla vigilia delle elezioni, i Vescovi hanno infatti sottolineato l’importanza del voto, un diritto e un dovere da esercitare con consapevolezza, per costruire il bene comune e una società più giusta, solidale e attenta agli ultimi. Di qui l’invito a un impegno corale, rivolto agli elettori, ai giovani, a chi ha perso fiducia nelle Istituzioni e agli stessi rappresentanti che saranno eletti al Parlamento.

Cammino sinodale

Nella certezza che il Cammino sinodale possa rappresentare un’opportunità per far progredire processi di corresponsabilità, i Vescovi si sono concentrati sul percorso che le Chiese in Italia hanno compiuto finora e che proseguirà nel secondo anno della “fase narrativa” con la proposta dei “cantieri sinodali”. Proprio in questa prospettiva si svilupperà anche il lavoro delle Commissioni Episcopali, che dovrà puntare alla valorizzazione dell’apporto di esperti, del confronto con le realtà extra-ecclesiali e della sinergia con le altre Commissioni.

Tutela minori: impegno rinnovato

Il Consiglio Permanente ha poi rinnovato l’impegno nella tutela dei minori e delle persone vulnerabili, rilanciando le cinque linee di azione assunte dall’Assemblea Generale nel maggio scorso attraverso la promozione di iniziative di sensibilizzazione nelle diocesi, tra cui la 2ª Giornata nazionale di preghiera per le vittime e i sopravvissuti agli abusi (18 novembre) sul tema: “‘Il Signore risana i cuori affranti e fascia le loro ferite’ (Sal 147,3). Dal dolore alla consolazione”.

Al vescovo Erio giunge il sostegno nella preghiera di tutta la comunità diocesana per questo nuovo servizio alla Chiesa italiana come guida del Cammino sinodale.

Condividi sui Social