Pubblicato il

Sabato 22 ottobre a Carpi una tavola rotonda su ” Il consenso e la cura, una scelta consapevole”

Una giornata di riflessioni e pensieri a confronto che si concluderà con la presentazione del progetto “Accanto alla fragilità” dell’Associazione Zero K

Sabato 22 ottobre a Carpi una tavola rotonda su

L’iniziativa, dal tema “Il consenso e la cura, una scelta consapevole”, è in programma sabato 22 ottobre alle ore 10 all’Auditorium San Rocco a Carpi ed è inserita nell’ambito del bando sociale della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi. L’Associazione Zero K, in collaborazione con la rassegna culturale Il Rumore del Lutto, propone un evento formativo per le professioni sanitarie ed aperto alla cittadinanza. Sulla scia delle bellissime emozioni regalate sabato scorso dall’evento realizzato dagli Infermieri dell’Assistenza Domiciliare del Distretto di Carpi in collaborazione con la AUSL di Modena e del Comune di Soliera, che ha visto una grande partecipazione della cittadinanza di Soliera, si continuerà a parlare di Cure palliative, di scelte consapevoli e di DAT (Disposizioni anticipate di trattamento).

La Tavola rotonda a cura di Massimiliano Cruciani vedrà tra gli ospiti e docenti: Ludovica De Panfilis, bioeticista, direzione scientifica Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia, affronterà temi importanti e complessi come quelli legati alle opportunità di scelte consapevoli nei percorsi di cura; Monica Bosco, medico palliativista AUSL di Piacenza, racconterà del cambiamento culturale in atto e delle difficoltà di accesso alle reti locali di cure palliative; Davide Sisto, tanatologo e ricercatore di Filosofia presso l’Università di Trieste e l’Università di Torino, esplorerà il tema della Digital Health: come la rivoluzione digitale cambia il nostro rapporto con la morte. Si parlerà anche di comunicazione, “Comunicare è curare: il ruolo della compassione”, grazie all’intervento di Veronica Zavagli, psicologa, psicoterapeuta AUSL di Modena. Ospite della giornata Christina Sponza, giornalista, imprenditrice e responsabile marketing della società svizzera Algordanza in Italia.

A conclusione della giornata Associazione Zero K presenterà alla cittadinanza il nuovo progetto “Accanto alla Fragilità” attraverso le parole di Marina Turci, geriatra del Centro disturbi cognitivi della AUSL di Modena. L’obiettivo del progetto sarà quello di realizzare una stanza morbida presso la CRA “Il Carpine”, grazie alla collaborazione con All Access Ability, azienda specializzata nella progettazione accessibile, nata dall’esperienza di Elena e Marcello D’Orsi.

Le iscrizioni chiuderanno il 22 ottobre.

 

Per informazioni e prenotazioni[email protected]

 

Condividi sui Social