Pubblicato il

Dal Lions Club Carpi Host una borsa di studio per i futuri ingegneri

Il Lions Club Carpi Host offrirà una borsa di studio in ingegneria destinata ai più meritevoli giovani diplomati nelle scuole superiori di Carpi che volessero intraprendere gli studi nel settore.

Dal Lions Club Carpi Host una borsa di studio per i futuri ingegneri

 

Si è tenuto domenica scorsa, 23 ottobre, l’evento del Lions Carpi Host nell’anno dedicato alla valorizzazione della formazione, quale strumento indispensabile per accrescere le opportunità di miglioramento nella vita di ognuno e della società di cui siamo parte integrante.

Ospite d’eccezione il professor Marko Bertogna Ordinario presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, dove dirige il laboratorio High-Performance Real-Time (HiPeRT), delegato del Rettore alla sede Universitaria di Mantova e membro del CdA della Fondazione UniverMantova. Per l’occasione si è discusso sul futuro della mobilità con maggior sicurezza grazie alla tecnologia dell’autonomous driving che vede nel centro di ricerca HiPeRT di Modena un punto di riferimento a livello mondiale. Nonostante la competizione con gruppi provenienti da tutto il mondo che hanno alle spalle “giganti” in grado di mettere a disposizione risorse illimitate, il team di ingegneri di HiPeRT diretti da Bertogna, ha dimostrato di essere in grado di vincere le sfide tanto da far registrare alla propria Dallara da corsa progettata e realizzata con guida autonoma i giri più veloci a Indianapolis, oltre 270km/h di media. Un risultato straordinario e promettente per i giovani ingegneri che si trovano proprio in questi giorni in Texas impegnati in una nuova sfida che li vedrà partecipare il prossimo 11 novembre alla corsa Indi Challenge.

L’evento Lions è stato ospitato al Garage Emilia grazie alla generosità del titolare Fabio Malagoli in collaborazione con Autotorino che ha sponsorizzato l’iniziativa mettendo a disposizione dei partecipanti un veicolo Mercedes AMG full electric con i più evoluti sistemi di sicurezza in grado di erogare oltre 760 cavalli di potenza. Nel corso dell’evento è intervenuto anche l’ingegnere carpigiano Francesco Perini che ha presentato una Pagani Huayra roadster del valore di oltre 3,6 milioni di euro, esempio di eccellenza tecnologica e sportiva e di passione. Pereini ha sottolineato come la ricerca che sviluppano le più piccole case automobilistiche crei valore, tecnologia ed innovazione che ha anche ricadute immediate negli ambiti più impensabili della vita quotidiana.

Grazie al supporto dei partner Autotorino e Garage Millemilia, il Lions Club Carpi Host, ha spiegato il Presidente del club carpigiano, Fabrizio Bulgarelli, offrirà una borsa di studio in ingegneria che aprirà a Carpi ai più meritevoli giovani diplomati nelle superiori del territorio.

Dal Lions Club Carpi Host una borsa di studio per i futuri ingegneri

Condividi sui Social