Pubblicato il

Ha ancora senso parlare di seminari oggi?

Il ruolo di questa realtà per la Chiesa nella formazione dei candidati a diventare presbiteri.

Ha ancora senso parlare di seminari oggi?

 

Marco Andreotti e Pietro Garuti

I seminari traggono origine da un decreto approvato all’unanimità nella sessione XXIII del Concilio di Trento, confermato da Paolo IV nel 1564 nella bolla Benedictus Deus et Pater. Le finalità di questa istituzione erano la formazione teologica del clero e il consolidamento del legame dei chierici con la diocesi in cui sarebbero stati ordinati. L’immagine di prete che doveva scaturirne era soprattutto quella di uomo dell’Eucaristia, del sacrificio eucaristico, a cui si aggiunge nel tempo quello di “buon pastore” impegnato nell’evangelizzazione. La diocesi di Modena, guidata dal cardinale Morone (1509-1580), è una delle prime chiese ad adeguarsi con l’istituzione del proprio seminario nel 1567.

Continua a leggere oppure abbonati qui.

Condividi sui Social