Pubblicato il

Messa di Santa Lucia celebrata al Ramazzini

"La presenza del Vescovo è stata una grande gioia per tutti, operatori sanitari e volontari delle associazioni"
Messa di Santa Lucia celebrata al Ramazzini
Santa Messa di Santa Lucia all’ospedale Ramazzini di Carpi

 

Martedì, 13 dicembre, in occasione della festa di Santa Lucia, come da tradizione è stata celebrata dal vescovo Erio Castellucci, la Santa Messa nella cappella dell’ospedale Ramazzini di Carpi. Presenti, vari esponenti del mondo sanitario, tra cui Stefania Ascari, Direttrice del Distretto di Carpi, Alessandro Cenatiempo, Direttore dell’Oftalmologia dell’Azienda USL di Modena, che ha organizzato l’iniziativa, e Claudio Vagnini, Direttore Generale dell’Azienda ospedaliero Universitaria, e rappresentanti delle associazioni di volontariato.

 

Messa di Santa Lucia celebrata al Ramazzini
Monsignor Erio Castellucci

 

“La Messa di Santa Lucia all’ospedale Ramazzini è una tradizione che risale a diversi anni fa – sottolinea la dottoressa Stefania Ascari – e che finalmente quest’anno siamo riusciti a celebrare dopo il periodo di sospensione dovuta all’emergenza Covid. La presenza del Vescovo è stata una grande gioia per tutti, operatori sanitari e volontari delle associazioni, che hanno partecipato numerosi a questo momento di condivisione che ha portato allegria e una ventata di atmosfera natalizia”.

 

Messa di Santa Lucia celebrata al Ramazzini
da sinistra Claudio Vagnini, Stefania Ascari e Alessandro Cenatiempo

 

“E’ stato emozionante, dopo due anni, ritrovarsi per celebrare questa ricorrenza ormai storica – spiega il dottor Alessandro Cenatiempo -. Ringrazio il nostro Vescovo, monsignor Castellucci, per la grande disponibilità e le bellissime parole di supporto e sostegno agli operatori sanitari, ai volontari e a tutta la comunità, particolarmente in questo momento di crisi sociale ed economica, giunta dopo il lungo periodo di emergenza pandemica. Proprio questo era lo spirito dell’appuntamento, volutamente organizzato nella cappella dell’ospedale di Carpi quale luogo simbolo dell’impegno di tutti gli operatori sanitari, nel giorno di Santa Lucia, protettrice degli occhi e della vista. Inoltre è stata l’occasione per ricordare il dottor Amos Bartolino, scomparso 8 anni fa, mio predecessore alla Direzione dell’Unità operativa di Oculistica”.

Condividi sui Social